Torna la raccolta sull’equity

Torna la raccolta sull’equity

Continua la crescita del mercato Etfplus. A fine settembre gli asset under management del segmento di Borsa Italiana dedicato agli Etp e ai fondi aperti quotati hanno raggiunto infatti il nuovo record storico di 69,9 miliardi di euro con un aumento del 7,7% rispetto allo stesso periodo del 2017.

Con la quotazione di 16 nuovi Etf e sei fondi aperti, la quantità degli strumenti disponibili sulla piattaforma è salita a 1.309, dei quali 870 Etf, 206 Etc, 109 Etn e 124 fondi aperti quotati.

Il numero di provider di exchange traded product si è attestato a 20, mentre con lo sbarco su Etfplus di quattro nuove società (Apsley, Multi Stars, Nextam e Quaestio) gli emittenti di fondi aperti quotati sono saliti a 32.

Il terzo miglior mese

Settembre ha segnato un risultato molto positivo in termini di raccolta complessiva, con afflussi che si sono attestati a 1.247,94 milioni: è il terzo miglior mese dall’inizio del 2018. 

L’asset class che ha trainato la raccolta è stato l’azionario dei paesi sviluppati, che, dopo un agosto in rosso, ha visto investimenti netti per 807,96 milioni, seguito dall’azionario emergente con 215,22 milioni. Il comparto obbligazionario, dopo tre mesi nei quali è stato l’assoluto catalizzatore dei flussi, si posiziona al terzo posto con una raccolta di 129,06 milioni di euro. 

Leggermente positivi per il secondo mese consecutivo, gli inflow degli Etc/Etn, che hanno registrato investimenti netti per 62,17 milioni di euro.

I RISULTATI DEL 2018

Da inizio anno la raccolta complessiva degli exchange traded product ha raggiunto 4.459,35 milioni. Il comparto obbligazionario nell’arco di nove mesi si conferma leader assoluto nelle preferenze degli investitori, che hanno riversato negli strumenti sul reddito fisso 4,120,59 milioni. 

Si piazzano a distanza l’equity dei paesi sviluppati, che ha raccolto 425,12 milioni e gli Etf di stile con 71,86 milioni. Il bilancio a settembre 2018 è invece negativo per l’azionario dei paesi emergenti, che ha evidenziato deflussi per 198,98 milioni, e per gli Etc/Etn, che hanno registrato fuoriuscite per 255,41 milioni

Scambi in ripresa

Per quanto riguarda gli scambi, dopo tre mesi consecutivi in calo, i numeri sono in ripresa, sia per i contratti medi giornalieri (16.967 contro i 14.381 di agosto), sia per il controvalore medio degli scambi (364,5 milioni di euro rispetto ai 284,3 del mese precedente).